Profumi per la casa: migliori prodotti di Settembre 2020, prezzi, recensioni

Entrare in casa ed essere avvolti da un profumo discreto ma “buono”: di sicuro è una bellissima sensazione. L’olfatto è, tra i cinque sensi, forse quello più esigente. Utilizzare delle fragranze per rendere il luogo dove abitiamo ancora più confortevole è un’utile idea. Attenzione, però, ogni ambiente domestico ha bisogno di un “odore” suo, quello che sia in grado di caratterizzarlo e di portare la mente a istantanee sensazioni piacevoli. In commercio esistono tantissimi prodotti utili a questo scopo, sono piccoli e discreti oggetti che custodiscono l’essenza preferita da diffondere con moderazione nell’arco della giornata.

 

Ad ogni ambiente il suo profumo

Camera da pranzo, sala relax, mansarda, stanza da letto, bagno: ogni ambiente di casa può essere caratterizzato da un profumo. Come è facile immaginare non può essere lo stesso! Ogni spazio ha la sua “funzione” e di conseguenza, la fragranza deve essere in grado di convivere con questa. Nella zona della casa dedicato all’attività fisica (anche semplicemente con una cyclette e qualche pesetto davanti un grande specchio), ad esempio, non si potrà diffondere lo stesso aroma scelto per la camera da letto. Stesso vale tra il bagno e la cucina o, ancora, per lo spazio-lavoro e la camera da pranzo.

Come “profumare” la propria casa

A diffondere l’essenza i un ambiente ci pensano dei piccoli strumenti che, a volte, possono trasformarsi in veri e propri oggetti di design. Ci sono i classici diffusori, i bastoncini o coni di incenso, le candele e le discrete carte profumate.

I diffusori per ambiente

I diffusori per ambienti possono essere basic o più “coreografici”. Sono di tre tipi: a candela, elettrici o con bastoncini. I diffusori a candela sono formati da piccoli vasi di ceramica, pietra naturale o vetro, scaldati da una tea light ospitata in un alloggio sotto il vasetto; in quelli elettrici, invece, l’energia elettrica ha il compito di riscaldare il trasduttore che fa in modo di far evaporare l’acqua al suo interno. L’aroma verrà così diffuso in tutto l’ambiente. Il diffusore con bastoncini, infine, è composto da un contenitore in vetro o ceramica contenente la profumazione che viene diffusa da appositi bastoncini in legno che vi si immergono.

Meglio utilizzare le essenze naturali

Quando si utilizzano i diffusori a candela ed elettrici sarebbe opportuno versare, nell’apposita vaschetta contenente l’acqua, esclusivamente essenze di origine vegetale. Spesso in commercio ci sono mix sintetici che, oltre a dare solo un’idea olfattiva del vero profumo, hanno una durata inferiore.

Incenso: coni e bastoncini

Una altro metodo per profumare l’ambiente è utilizzare l’incenso. Si trova sotto forma di bastoncini o coni, ma anche in grani che è la tipologia utilizzata soprattutto a livello liturgico. L’incenso va bruciato e così inizia a disperdere il suo profumo intenso nell’ambiente circostante. Deve essere ospitato da un apposito contenitore, in ceramica o legno.

Candele profumate

Le candele profumate sono composte da cera (che può essere di origine vegetale, animale, minerale o sintetica) ed essenze. Si tratta di una particolare lavorazione che avviene al momento della produzione e che può prevedere anche l’uso di un colorante. Una volta accese, le candele iniziano a diffondere con delicatezza il profumo che le caratterizza. Sono particolarmente suggestive perché regalano all’atmosfera qualcosa di unico.

Come si riconosce una candela di qualità

Quando si usa una candela per diffondere il profumo nell’ambiente, è importante che sia prodotta in modo sicuro. Una candela di buona qualità brucia in maniera uniforme, dura a lungo, ha ingredienti naturali. Poi ha una fiamma bassa e non fumosa o scoppiettante ed è pesante.

Carte profumate

Per dare profumo ai cassetti a all’interno di un armadio o di una cabina, si può utilizzare la carta profumata. Si tratta proprio di una carta infusa di una particolare essenza, solitamente lavanda, talco, gelsomino, rosa e tutto ciò che trasmette un senso di relax e pulizia. Ha una durata variabile ma comunque non lunghissima, ecco perché sono indicate per contenitori e spazi piccoli e circoscritti.

Profumi spray

Quando si parla di profumi spray ci si riferisce a fragranze più potenti e concentrate rispetto ai classici diffusori. Si tratta delle “classiche” bombolette da vaporizzare manualmente modulando la potenza del getto o, se dotate di appositi timer, automaticamente. In questo caso è curato anche l’aspetto estetico del prodotto che, in alcuni modelli, è anche gradevole esibire.

Quali profumi

Si diceva che, ogni stanza della casa può essere caratterizzata da un profumo. La scelta di quello più idoneo può dipendere anche dal gusto personale e dalla particolare atmosfera e sensazione che si vuole creare, ma il tipo di spazio da deodorare è di certo il punto da cui partire.. Partiamo dalla camera da letto dove, sicuramente, è il sonso del relax che si desidera ottenere come prologo a un buon riposo. A riuscire nell’impresa è sicuramente l’essenza di lavanda. Le note olfattive del melograno sono invece perfette per dare il benvenuto a chi entra in casa, mentre per il soggiorno le profumazioni adatte sono più di una. Dipendono, ad esempio, dallo stato d’animo e dalla stagione: la cannella è perfetta nelle stagioni più fredde, i mix floreali nei periodi caldi.


Web editor, laureata in Lingue con parecchi anni di insegnamento alle spalle e il giornalismo nel dna, amo scrivere (e leggere!) di tutto e di più. I miei hobby? Cantare, fotografare e fare origami. Attenta all’alimentazione “sana” e alla gastronomia di nicchia, adoro il mondo dei profumi e tutto ciò che ruota intorno agli animali da compagnia: il tutto ovviamente in chiave hi-tech e all’avanguardia!

Classifica dei Migliori Prodotti

Back to top
Scelta Profumo